07 Jul 2021 | Guy Thomas

Prendersi cura dell’attrezzatura subacquea: Il tecnico di assistenza

In questa parte finale della serie di quattro articoli, discuteremo il ruolo del tecnico di assistenza. Un tecnico è formato in maniera specifica ed è abilitato per fare manutenzione sulla tua attrezzatura subacquea.

Il manuale utente

Con l’acquisto dell'attrezzatura viene fornito un manuale utente. Può essere in versione stampata o sul sito del produttore in versione digitale. Capisco che siamo qui per immergerci e non per leggere, ma il manuale utente contiene informazioni importanti. Indica come prendersi cura della propria attrezzatura e spiega quando è necessario fare una manutenzione per far sì che la garanzia continui ad avere una validità. Alcuni produttori hanno dei requisiti specifichi dei quali si dovrebbe essere a conoscenza.

Il tecnico di assistenza

Questa persona straordinaria ha seguito una formazione specifica con uno o più produttori ed è abilitato ad essere una sorta di medico della tua attrezzatura subacquea. La smonterà, cambierà le parti difettose o rotte, rimonterà l’unità e la ripristinerà. I tecnici di assistenza solitamente lavorano per un negozio subacqueo. Potrebbe essere che non siano in grado di revisionare l’attrezzatura di tutti i produttori, ma saranno in grado di indicarti la giusta strada nel caso in cui non siano in grado di revisionare la tua attrezzatura.

Qualcuno di voi potrebbe essere un tecnico di assistenza, ma la maggior parte non lo è. Per evitare qualsiasi confusione, eccovi alcune linee guida per determinare se lo siete oppure no.

Non sei un tecnico di assistenza se:

  • Non sai come assemblare e smontare la tua attrezzatura
  • Pensi di poter revisionare la tua attrezzatura, ma non hai ricevuto nessuna formazione dall’azienda produttrice.
  • Risolvi i problemi con il nastro adesivo.
  • Non possiedi gli strumenti o i pezzi di ricambio adeguati.
  • Non possiedi un valido certificato di tecnico di assistenza fornito dal produttore

Se uno o più voci fanno al caso tuo, non revisionare attrezzatura subacquea: lascia che siano i professionisti ad occuparsene.

Manutenzione periodica

La maggior parte delle persone pensa che gli erogatori vadano revisionati una volta l’anno. Potresti essere sorpreso dal sapere che ciò non è sempre vero. In realtà le revisioni previste sono scritte sul manuale utente. La maggior parte dei produttori richiedono una revisione annuale, ma alcuni richiedono anche un intervallo di tempo più lungo. E non è solo una questione di tempo, ma anche quanto spesso un erogatore viene utilizzato. Il manuale potrebbe indicarti di fare una revisione annualmente, oppure ogni 100 immersioni o in base alle ore di immersione, dipende quello che viene prima.

Anche se non sono richieste revisioni periodiche per una muta umida o una semplice maschera, un altro discorso sono la maschera granfacciale, la muta stagna e il GAV. Controlla il manuale per vedere se la tua attrezzatura ha bisogno di revisioni periodiche e segui le linee guida del produttore.

In quanto contenitori di pressione, le bombole richiedono un test visivo e idrostatico. Le leggi nazionali specificano gli intervalli esatti di manutenzione. Non dimenticare che le stesse leggi valgono per piccole bombole di emergenza o di scorta. È anche importante sapere che la sostituzione della rubinetteria dovrebbe essere fatta da un tecnico. È semplice, ma ciò non vuol dire che dovresti farla da solo. Se vengono smontate o assemblate in modo improprio, le filettature e le rubinetterie si possono danneggiare. Infine, se la bombola cade sulla rubinetteria, fai controllare ad un tecnico se la rubinetteria stessa o la filettatura si sono danneggiate.

Chiama il tecnico

Immagina di riscontrare un problema che non riesci a risolvere da solo, per esempio dover sostituire un piccolo o-ring nell’attacco di una frusta a bassa pressione. Se non sai come fare, non hai la giusta formazione o non hai gli strumenti adeguati, dovresti rivolgerti ad un tecnico. Se non hai gli strumenti giusti, potresti causare dei danni.

Una valvola che perde (della muta stagna o del GAV) potrebbe aver bisogno di essere smontata per essere ripulita o potrebbe essere necessario sostituirla. Questo è in realtà relativamente facile da fare, ma comunque consulta il manuale utente per vedere se si è autorizzati a farlo da soli. Quando smontiamo o sostituiamo dei pezzi, per esempio le valvole di scarico, potrebbero esserci delle parti come gli o-rings o delle guarnizioni che hanno bisogno di essere cambiate prima di rimontare il tutto. Inoltre assicurati che i componenti che sostituisci siano della stesso produttore di quelli vecchi.

Il tecnico “MacGyver” fai da te

Fai attenzione a questo genere di tecnico. Fortunatamente sono facilmente riconoscibili. Qualcosa si rompe proprio prima di entrare in acqua e non hai i pezzi di ricambio? Non preoccuparti: ecco che arrivano cime, corde, fascette, nastro adesivo. Niente è troppo complicato per lui. Se la tua muta stagna o il tuo GAV vanno in continua, ti suggerirà di disconnettere la frusta quando non ti serve. Farà qualunque cosa che è in suo potere pur di salvare la tua immersione. Sembra tutto troppo bello per essere vero, finché non scopri che il problema non è per nulla risolto, finendo per avere un’emergenza. Porta sempre con te, durante qualunque viaggio subacqueo, delle parti di ricambio. Ma sii anche responsabile: se non riesci a risolvere il problema, annulla l’immersione.

Hai un centro immersione e fai manutenzione da solo?

Questo va bene, se sei formato e abilitato a farlo. Altrimenti potresti avere un problema legato alla sicurezza e di responsabilità. E ricorda che l’attrezzatura del centro immersioni è usata frequentemente, a volte anche quotidianamente. Ciò vuol dire che il servizio di manutenzione dovrebbe essere fatto più speso.

Revisione accurata

Quando la tua attrezzatura viene revisionata da un tecnico certificato, normalmente ti viene dato il pezzo vecchio o rotto. È un modo per il professionista di darti la prova che ha revisionato e riparato la tua attrezzatura. Dovresti anche avere un attestato di manutenzione che provi che la revisione o la riparazione sia stata fatta da un professionista. Di solito l’attestato elenca il tipo e la marca dei pezzi revisionati e il numero di serie. Questo per evitare domande se dovesse esserci un disguido, incluso problemi di garanzia.

Come mantenere in salute la tua attrezzatura

In questa serie abbiamo visto come dovremmo mantenere la nostra attrezzatura subacquea in buone condizioni. Se vuoi saperne di più, chiedi al tuo istruttore o al tuo centro di immersioni e informati se hanno dei corsi di specialità attrezzatura. Non ti aiutano solo ad imparare come funziona l’attrezzatura, ma anche come mantenerla in buone (e sicure) condizioni.

Il valore della tua vita e della tua attrezzatura è troppo alto per sottovalutare la necessità di un’adeguata manutenzione. Il tempo e l’investimento necessari per mantenere la tua attrezzatura in modo adeguato sono relativamente pochi e ti assicureranno di poterti immergere con tranquillità.

Scarica l'articolo
Condividi

Articoli correlati