27 Nov 2019 | Cristian Pellegrini

Subacquei in forma: attivazione e allenamento

Il programma di allenamento per subacquei

Quanto tempo e risorse investi nella scelta e nell’acquisto della migliore attrezzatura subacquea? Ora chiediti: la stai sfruttando al meglio?

La maggior parte di noi spesso dimentica qual è la parte più importante della nostra attrezzatura sub: noi stessi.

Senza dubbio, poter contare su maggiore forza, resistenza e flessibilità può solo migliorare la nostra esperienza, sia fuori che dentro l'acqua.

Chiediti ancora: con le tue attuali capacità aerobiche e anaerobiche, sapresti affrontare in modo adeguato e tempestivo un cambiamento improvviso delle condizioni meteo-marine (ad esempio una forte corrente), gestire un’emergenza (come trasportare un compagno infortunato) o reagire ad un malfunzionamento dell’attrezzatura?

Riusciresti a sostenere uno sforzo fisico improvviso o a controllare il tuo stato emotivo? Ti è mai capitato di trovarti in difficoltà anche durante lo svolgimento di semplici attività come trasportare l’attrezzatura, magari in condizioni di instabilità, come sulla barca con maltempo e mare mosso?

Se la risposta è sì, è ora di allenarsi!

---

Qui troverai un programma di allenamento volto al potenziamento o al mantenimento di una forma fisica adeguata, che migliorerà anche le tue prestazioni sott'acqua, ridurrà il rischio di lesioni o incidenti, ti renderà più reattivo di fronte a emergenze o cambiamenti improvvisi, o ti permetterà semplicemente di goderti al meglio le immersioni.

Definisci obiettivi realistici

È questione di aspettative. Con questo allenamento vogliamo:

  • aumentare la mobilità articolare
  • incrementare la stabilità articolare
  • migliorare la forza generale e la propriocezione, cioè la capacità di controllare il proprio corpo attraverso il riequilibrio posturale.

Proveremo a raggiungere questi obiettivi con una serie di 4 sequenze di esercizi o routine(movimenti funzionali primitivi) studiati appositamente per le esigenze di subacquei di qualsiasi livello. Anche se non sei un atleta, questo è un metodo perfetto per allenare le componenti strutturali e così muoversi in modo sicuro ed efficace. Non coinvolge solo la muscolatura, ma anche le articolazioni, i tendini, i legamenti, il tessuto connettivo che forma le fasce dalle quali hanno origine le catene muscolari ed il sistema nervoso. 

Se condotto correttamente, l'allenamento porterà ad una migliore mobilità articolare e propriocezione, oltre a maggiore coordinazione, capacità di reazione e, non ultime, forza, velocità e potenza.

Adatta il programma alle tue esigenze

Questo tipo di allenamento funzionale può essere svolto sfruttando il solo peso del corpo o utilizzando dei carichi, come piombi o altra attrezzatura subacquea.

Le sequenze/routine sono costituite da una serie di posture di allungamento globale, miste a stretching dinamico pluriarticolare e movimenti di potenziamento della forza generale.

Nel video, le posizioni statiche (evidenziate in bianco) vengono mantenute per circa 7 secondi, mentre le serie di forza (in arancione) prevedono 8 ripetizioni. Puoi variare il tempo di tenuta, l’ampiezza del movimento o il numero di ripetizioni in base alle tue necessità.

Riducendo o aumentando il tempo di tenuta, ti concentrerai sull’allenamento cardiovascolare o sul riequilibrio posturale e sul detensionamento mio-fasciale globale

Aumentando in modo progressivo l’ampiezza dei movimenti, lavorerai sul mantenimento o sul recupero dell’intero raggio di mobilità delle articolazioni.

Aumentando il numero di ripetizioni, migliorerai la forza generale e otterrai un rafforzamento e una maggiore stabilizzazione a livello multiarticolare e propriocettivo.

Confidiamo che questo programma, unito ad un buon allenamento cardiovascolare (consulta a questo proposito le linee guida dell’OMS), avrà un effetto positivo sulla tua attività subacquea!

“Essere in forma non significa essere migliori degli altri. 
Significa essere migliori di come eravamo prima.”





Incontra il Trainer

Matteo Del Principio è dottore in Scienze dell’Educazione Motoria e preparatore fisico specializzato nell’allenamento di giocatori di pallacanestro e di piloti di moto di velocità. Lavora da sempre nelle massime categorie del basket Italiano (serie A, serie B) e la sua formazione include una internship in NBA con gli Atlanta Hawks. Matteo ha anche allenato piloti del mondiale MOTOGP e di SUPERBIKE, oltre del campionato europeo CEV e di quello italiano CIV.

Trovate Matteo su Facebook e Instagram.

Scarica l'articolo
Condividi

Articoli correlati