15 Mar 2022 | Andy Torbet

Esplorazione sub? Hai bisogno di un DMT.

Nelle molte spedizioni e progetti di cui ho fatto parte, di carattere militare, esplorativo o scientifico, ho capito che esistono alcune competenze essenziali che è sempre bene avere all'interno del team. La presenza di un medic - ovvero un paramedico, un assistente medico o una persona formata ad un primo soccorso avanzato - idealmente qualcuno che abbia familiarità col genere di infortuni e malattie che possono verificarsi nei luoghi e nelle attività intraprese, è un must.

La prima cosa sensata da fare è seguire dei corsi di primo soccorso. Questi ci consentono di affrontare situazioni d’emergenza con maggiore sicurezza, ci permettono di aiutare chi ne ha bisogno, e permettono agli altri di sapere che c'è qualcuno in grado di intervenire se qualcosa va storto. Tuttavia un semplice corso di base potrebbe non fornirci le competenze richieste per affrontare problemi più traumatici, complicati o specialistici, specie se ci troviamo lontani dai servizi medici d'emergenza - come in mare aperto, in un sistema di grotte o in una zona remota del mondo.

Un corso avanzato per soccorritori va più in profondità e fornisce abilità che possono fare la differenza nel salvare vite, mentre chi ha ricevuto una formazione base di primo soccorso potrebbe non essere all'altezza. C'è però un’altra questione: alcuni degli infortuni e delle malattie a cui siamo potenzialmente esposti come subacquei differiscono da qualsiasi altra forma di problema medico, e quindi non vengono considerati in un corso “standard”. Alcuni infortuni, come le punture di medusa o i barotraumi non sono sconosciuti al di fuori del mondo subacqueo, ma sono rari. Altri, come la Malattia da Decompressione, riguardano solo i subacquei e quindi richiedono un tipo specializzato di soccorritore - un Diver Medical Technician (DMT).

Io ho partecipato al corso DMT tenuto da Chantelle Newman, Istruttrice DAN Europe e fondatrice di The Diver Medic. E' un corso che normalmente dura dieci giorni, ma si può anche studiare la parte teorica online prima di partecipare a cinque giorni di addestramento pratico. Il programma online include slide, lezioni, materiale audio-video, e può essere completato agevolmente, adattandolo ai nostri ritmi di vita. Il mio lavoro implica orari strani e la mia agenda è solitamente fitta d'impegni: è poco probabile che avrei potuto dedicare due settimane intere al corso. Con l’opzione online e la parte pratica conclusa in cinque giorni, invece, il tutto è stato gestibile.

 

“… un semplice corso di base potrebbe non fornirci le competenze per affrontare problemi più traumatici, complicati o specialistici, specie se ci troviamo lontani dai servizi medici d'emergenza, come in mare aperto, in un sistema di grotte o in una parte remota del mondo”

 

Anche se la pandemia ci ha abituati all'apprendimento online e virtuale, alcune materie devono essere insegnate e praticate dal vivo. È essenziale che la parte pratica del corso vanga fatta di persona e in compagnia di altri studenti, per permettere a tutti di fare domande, discutere le diverse esperienze e i punti di vista alternativi. Gli allievi devono poter costruire un quadro il più ampio e solido possibile di potenziali scenari, insidie e soluzioni.

C'è anche la possibilità di esercitarsi nell'uso di attrezzature diagnostiche su persone reali, avere scenari realistici e praticare metodi di trattamento pratici, alcuni sui compagni di corso e altri su manichini. La parte pratica è essenziale, perché il corso non è progettato per superare un esame scritto, ma per formare persone capaci di aiutare altri nel mondo reale.

Oltre agli argomenti tipici di un corso di primo soccorso avanzato, nel DMT vengono effettuate misurazioni, registrazioni, valutazioni e interpretazione di segni e sintomi dell'infortunato, per decidere quale sia il miglior corso d'azione. Queste tecniche includono l'uso di attrezzature per monitorare e testare glicemia, frequenza cardiaca, saturazione dell'ossigeno nei tessuti, pressione sanguigna e urine. Le informazioni ottenute permettono di diagnosticare e trattare molte più condizioni rispetto a quelle trattate nel primo soccorso di base. Altre tecniche e attrezzature avanzate riguardano la gestione avanzata delle vie aeree, la medicazione e la steccatura delle ferite, problemi dentali, suture, cateterizzazione e infusione intravenosa.

 

“Queste abilità possono fare la differenza nel salvare vite, mentre chi ha ricevuto una formazione base di primo soccorso potrebbe non essere all'altezza”

 

Poi ci sono le questioni specifiche per subacquei. In realtà nella mia esperienza gli incidenti in un viaggio subacqueo tendono ad essere meno insoliti, anche se non necessariamente meno gravi: lacerazioni, ossa rotte, articolazioni lussate, commozione cerebrale, anafilassi, ipotermia, colpi di sole, attacchi cardiaci e altro. Ho visto più incidenti accadere su una barca che sott'acqua. Quindi le competenze base del soccorso sono importanti. Ma a differenza di un soccorritore standard, noi come subacquei dobbiamo essere capaci di affrontare sia i problemi più comuni che quelli specifici delle immersioni.

Ho già citato la Malattia da Decompressione. Altri problemi includono danni a orecchie, seni paranasali, polmoni e occhi a causa dei cambiamenti di pressione, un maggior rischio di annegamento, tossicità dell'ossigeno, avvelenamento da monossido o biossido di carbonio. Molti di questi sono improbabili sulla terraferma, ma possono verificarsi in immersione.

Il corso DMT viene aggiornato regolarmente. Di recente sono state aggiunte informazioni su ricompressione in acqua e telemedicina (temi utili in luoghi remoti), oppure bambini e immersioni, il che riflette il crescente numero di giovani coinvolti nelle attività subacquee.

L’obiettivo del DMT non è curare le persone, ma agire per evitare danni maggiori, nonché consentire il trasporto in un ospedale che abbia specialisti e attrezzature professionali idonee per stabilizzarli e iniziare le cure. Un corso di primo soccorso fornisce le competenze di base per affrontare problemi semplici e per tenere in vita la vittima fino all'arrivo dei servizi d'emergenza. Un corso come il DMT fornisce le competenze per affrontare situazioni molto più complicate e gravi, e fornire supporto a una vittima d’incidente per lunghi periodi di tempo.

 

"Non è esagerato dire che queste abilità possono fare la differenza tra la vita e la morte."

 

Essere in grado di trattare vittime d'incidenti subacquei è particolarmente utile quando ci si immerge in aree remote del mondo. E per lontananza non intendo necessariamente un lago in Amazzonia o una grotta in Indonesia: anche una barca daily o un liveaboard si può trovare a molte ore di distanza da una struttura medica. Il problema inoltre potrebbe riguardare  una situazione che un soccorritore standard, non addestrato in medicina iperbarica, avrebbe difficoltà a gestire. Non è esagerato dire che queste abilità possono fare la differenza tra la vita e la morte.

Ho fatto per la prima volta un corso così quasi 20 anni fa, nelle forze armate britanniche: si chiamava Defence Diver Medical Technician. Da allora ho sempre cercato di aggiornare le mie competenze e mantenere attive le mie certificazioni, non solo per avere più fiducia in me stesso, ma per garantire che l'assistenza fosse effettivamente utile. Una vita spesa per la subacquea, che sia per carriera o per hobby, è un percorso ricco di conoscenze. Ma la conoscenza acquisita in questo corso potrebbe salvare una vita.




Informazioni sul corso DMT

Il corso Diver Medic Technician è stato creato per tutti quei subacquei che sono coinvolti in immersioni ricreative, tecniche, scientifiche, militari, di polizia, antincendio e di pubblica sicurezza, e per subacquei che lavorano in zone remote. Il corso fornisce anche le competenze necessarie per affrontare emergenze subacquee. I subacquei tecnici o ricreativi affrontano situazioni diverse rispetto ai subacquei commerciali, i quali lavorano in situazioni altamente pericolose. Tuttavia, il tasso di incidenti e di mortalità tra i subacquei ricreativi è più alto, e il loro livello di formazione medica inferiore.

Il corso Diver Medic Technician non ti insegnerà come immergerti, ti insegnerà a salvare vite umane e ad assistere nel trattamento delle lesioni legate all'immersione. Ti insegnerà come lavorare sotto pressione e quando prendere decisioni importanti.

I contenuti includono: valutazione dell'incidente e del paziente, anatomia umana, metodi di monitoraggio dei segni vitali, metodi di cura di un ferito sul posto e durante il trasporto, valutazione e gestione delle vie aeree con ausili, somministrazione di ossigeno, CPR e AED, gestione di emorragie da minori a catastrofiche, suture, avvelenamento e molto altro.




L'autore

Andy Torbet è un esploratore subacqueo scozzese, speleologo professionista, paracadutista, apneista e scalatore, regista e presentatore televisivo. Andy è membro ed Ambassador di DAN Europe da lungo tempo. 

Scarica l'articolo
Condividi

Articoli correlati