Foto: Marcello Di Francesco
Safety

Il Programma HIRA

Da 35 anni, la missione di DAN Europe è stata rendere la subacquea più sicura. Questo è stato fatto offrendo assistenza e consulenza medica, facendo ricerca e condividendo le conoscenze acquisite, sviluppando corsi di pronto soccorso e promuovendo campagne sulla sicurezza. Adesso, stiamo facendo un passo in più, lanciando un'iniziativa globale sulla sicurezza subacquea mirata ai centri subacquei e ai professionisti del campo, ma che apporti beneficio a tutti i subacquei. 

Il subacqueo

Quando la maggior parte dei subacquei sceglie una destinazione subacquea, le scelte sono fatte in funzione di quello che i sub desiderano vedere, o di quale nazione o regione del mondo desiderano visitare. Poi, generalmente, quando scelgono un hotel, guardano quali sono i servizi offerti, quanto è lussuoso l'albergo, se le stanze sono belle, o semplicemente quante stelle ha l'hotel, visto che questa è un'indicazione veloce e ottimale per sapere cosa aspettarsi.

E quando scelgono un centro subcqueo? A volte tale scelta non è realmente una scelta libera, in quanto l'hotel potrebbe avere il suo centro diving o collaborare con un centro in particolare. Oppure il centro è selezionato basandosi sul prezzo delle immersioni. O, ancora, sulla distanza dall'albergo al centro, o addirittura sul tipo di immersioni offerte. Ma quanti subacquei prendono in considerazione il fattore più importante quando scelgono il centro diving con il quale fare immersioni? Quanti subacquei valutano l'aspetto della sicurezza? Chi pensa seriamente a quanto sicuro sia un centro immersioni, o si chiede come lo staff del centro si comporterebbe in caso di emergenza? Questo sfortunatamente è uno dei criteri di giudizio più sottovalutati, ma la ragione non è perché il subacqueo non sia interessato, ma perché non esiste un'indicazione chiara che lo aiuti a capire questo importante criterio di selezione. Quindi, la maggior parte dei subacquei presume semplicemente che la sicurezza non sia un problema (come dovrebbe essere) e pensa che il centro abbia tutto sotto controllo. Solo una volta che sta facendo immersioni con il centro, il subacqueo potrebbe scoprire che in realtà esistono dei problemi legati alla sicurezza. Ma, anche in questo caso, quando è in realtà troppo tardi per fare una scelta diversa, il subacqueo non è in grado di valutare tutto ciò che è necessario per determinare se un centro immersioni lavora in modo sicuro. Probabilmente perché un subacqueo qualunque non ha le conoscenze e gli strumenti per valutare il livello di sicurezza e preparazione di un centro diving, e, in effetti, non ci si può aspettare nulla di diverso.

Provate a immaginare invece se quando prenotate la vostra vacanza subacquea ci fosse un modo di riconoscere il livello di sicurezza e preparazione. Proprio come siamo abituati a contare le stelle per gli alberghi, i ristoranti, o addirittura i vini. Un sistema che può mostrarvi che il centro diving con il quale desiderate immergervi ha le conoscenze richieste per rendere sicuro il centro e tutto ciò che è necessario a fronteggiare un'emergenza.

Il centro diving

i professionisti della subacquea, durante il Corso Istruttori, ricevono le conoscenze necessarie per fare da guida e insegnare ai subacquei. Siccome l'esperienza non può essere insegnata, la maggior parte di questi professionisti inizierà lavorando per un centro o una scuola diving, e, con il tempo, quando avrà acquistato sicurezza e più esperienza, potrà anche scegliere di aprire un proprio centro. Ma non esiste un corso specifico che insegni loro come si gestisce un'azienda sicura e sostenibile. Sì, di azienda si tratta, e come ogni azienda il proprietario ha la responsabilità di evitare che lo staff e i clienti debbano affrontare rischi inutili e infortuni, allo stesso tempo assicurandosi che l'azienda sia sostenibile. Essere un istruttore subacqueo esperto non vuol dire che automaticamente si abbia la stessa esperienza nel gestire un centro diving. I proprietari di un centro immersioni potrebbero non tenere in considerazione tutti i rischi connessi alla subacquea e/o non avere un Piano di Azione per le Emergenze in atto per reagire ai diversi tipi di emergenze.

Quando parliamo di rischi, non pensiamo solo all'immersione in sè, ma prendiamo in considerazione anche la sicurezza antincendio, l'ergonomia acustica, gli aspetti ecologici, la salute e sicurezza sul lavoro e altri fattori. Chi ha effettivamente compiuto una valutazione dei rischi nel proprio centro diving? E se è stata fatta, in che modo è stata comunicata ai clienti? Se un centro immersioni ha investito tempo ed energia nel rendere le sue attività sicure non dovrebbe forse dimostrarlo ai suoi clienti?

Al momento i centri diving non hanno modo di dimostrare il loro livello di preparazione. E anche se il centro ha ridotto i rischi al minimo, il cliente non ha modo di rendersene conto, e ciò comporta che i subacquei non considerino l'aspetto della sicurezza e suppongano che tutti i centri siano uguali quando si tratta di sicurezza.

Identificazione e Valutazione dei Rischi (HIRA)

Il programma DAN DSP è basato sull'identificazione e valutazione dei rischi (Hazard Identification and Risk Assessment).Identificando i rischi presenti in un centro immersioni è possibile ridurli al minimo. Aumentando la conoscenza e mitigando il rischio, siamo in grado di incrementare la sicurezza nella subacquea.

Poiché ogni centro diving è diverso e i rischi variano, non esiste una soluzione unica e diventa quindi cruciale che il proprietario del diving prenda parte ad un progetto educativo che lo aiuti a comprendere i rischi. DAN si propone di accompagnarlo durante questo percorso educativo, aumentando le sue conoscenze passo dopo passo e aiutandolo a soddisfare i requisiti necessari.

Siccome esistono molti aspetti da considerare e per aiutare i centri diving ad incrementare la sicurezza in modo graduale, il programma DAN DSP è diviso in 3 livelli. Per ogni livello esistono requisiti specifici.

Per il primo livello o livello base (HIRA I) richiediamo i minimi livelli standardindispensabili che un subacqueo dovrebbe aspettarsi da un centro diving (o da un professionista della subacquea). Il materiale base di pronto soccorso e uno staff formato per prestare primo soccorso sono parte di questi requisiti, ma essi includono anche l'esigenza di mettere in atto procedure standard operative di base (come briefing sulla sicurezza) e piani d'azione in caso di emergenza.

Per il livello 2 (HIRA II), gli standard sono innalzati in modo significativo e, accanto per esempio, alle procedure standard operative e i piani di azione in caso di emergenza, richiediamo un piano di sostenibilità ambientale e l'uso di esercitazioni di emergenza regolari. Per offrire servizi più sicuri ai subacquei e per essere in grado di rispondere alle emergenze subacquee in modo efficace e rapido, i centri diving (o i professionisti della subacquea) dovranno impegnarsi in modo concreto nel mettere in atto i propri piani d'azione in caso di emergenza. Questo non è un compito facile, ma sicuramente farà la differenza. Perciò, coloro che soddisfano i requisiti per il Livello II stanno compiendo grandi sforzi per rendere il loro centro immersioni più sicuro.

Il terzo livello (HIRA III) è per i centri diving che vogliono distinguersi dagli altri. Per arrivare a questo livello, il centro immersioni dovrà abbracciare la cultura della sicurezza nella subacquea in modo concreto. Coloro che prenderanno parte al HIRA III saranno guidati attraverso un processo di Identificazione e valutazione del rischio (Hazard Identification and Risk Assessment) completo, ma invece che semplicemente prendere parte ad un HIRA, forniremo ai proprietari dei centri gli strumenti per farlo da soli. Il nostro compito è di educarli a capire i rischi presenti in ogni aspetto del loro lavoro e fornire loro le conoscenze necessarie per mitigare tali rischi ed eseguire continue valutazioni e miglioramenti per offrire costantemente il livello di sicurezza più alto possibile nel loro centro. Poiché non è facile prendere in considerazione tutti i possibili aspetti della sicurezza, DAN offre ulteriore assistenza ai centri subacquei che si trovano ad affrontare delle difficoltà nel raggiungere questo livello di eccellenza. Attraverso una rete di coordinatori e funzionari della sicurezza subacquea, professionisti qualificati per compiere la valutazione e mitigazione dei rischi, siamo in grado di creare una partnership con i centri subacquei che desiderano rendere il loro business più sicuro, offrendo loro l'assistenza necessaria. In alternativa, è possibile per un gruppo selezionato di professionisti della subacquea esperti di ricevere la formazione per diventare funzionari della sicurezza subacquea. In questo modo il centro immersioni può avere il proprio Funzionario DSO, che sarà responsabile della sicurezza nel loro centro/ nei loro centri.

Distinguerti dagli altri e offrire ai subacquei gli strumenti necessari per selezionare un centro diving

Tornando all'idea che quando si prenota una vacanza subacquea sarebbe ottimo avere un modo di identificare il livello di sicurezza e preparazione quando si sceglie il centro diving, adesso finalmente abbiamo tutti gli strumenti necessari perché ciò accada.

Anche se parecchie organizzazioni subacquee fanno già una distinzione fra livelli differenti di centri diving, basata sui servizi offerti o su requisiti stabiliti dal centro stesso, grazie al programma DSP/HIRA è ora possibile prendere in considerazione l'aspetto della sicurezza in tutte le sue forme, al contempo rendendo il programma disponibile a livello globale a centri diving che fanno parte di qualsiasi organizzazione.

I centri o i professionisti che raggiungono l'HIRA I, II o III avranno la possibilità di mostrarlo alla comunità subacquea esponendo la rispettiva dichiarazione di conformità HIRA. In tal modo i loro sforzi verranno riconosciuti; essi saranno in grado di differenziarsi dagli altri e per il subacqueo diventerà possibile scegliere un centro immersioni che tiene alla sicurezza dei subacquei. Una volta che un centro diventa conforme alla HIRA III, puòanche richiedere che DAN compia un'ulteriore valutazione dei rischi nel suo centro immersioni e ricevere un report scritto e una certificazione HIRA da DAN.

La partecipazione nel programma HIRA non costa nulla, ma è un modo per DAN di incrementare la sicurezza subacquea e compiere la sua missione. L'unico costo è il tempo effettivo e lo sforzo compiuto dal centro o dal professionista per ottenere un livello dove potrà fare una reale differenza nella sicurezza subacquea!

Qualsiasi centro immersioni o professionista che abbracci pienamente la cultura della sicurezza subacquea e ambisca ad avere un centro dove non accadano incidenti può partecipare a questo programma, mentre l'interà comunità subacquea trarrà beneficio dai risultati. Come per le Campagne sulla Sicurezza promosse da DAN, tutto ciò è stato possibile grazie alle quote di iscrizione DAN.

Tags:
Scarica l'articolo

Articoli correlati

Safety

Rubinetti delle bombole e incidenti subacquei

Il fatto che i rubinetti delle bombole da sub non siano uguali in tutto il mondo, è spesso fonte di confusione, situazioni pericolose e, in...

24 Luglio 2023
Safety

Come utilizzare un moschettone doppio

Proprio come l’assicurazione DAN Europe, il moschettone doppio (chiamato anche doppia luce) è una di quelle cose della subacquea di cui non si pensa mai...

22 Dicembre 2022
Safety

Erogatori: marcatura CE e garanzia

Per noi sub è importante respirare in modo tranquillo sott’acqua, e per fare ciò facciamo affidamento su un erogatore che ci fornisca la giusta quantità...

14 Novembre 2022

Immergiti nelle storie
più recenti, prima di
chiunque altro.

Iscriviti
alla newsletter di
Alert Diver.